NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
03
Sat, Dec
62 Nuovi articoli

Renzi: "Dal 2016 via la tassa sulla prima casa. Sarà una rivoluzione copernicana"

Stampa Nazionale
Aspetto
Condividi

Interventi a tutto tondo nel giro dei prossimi tre anni, dal fisco alle pensioni. Tagli delle tasse per 45 miliardi per una riduzione fiscale in cinque anni: un intervento senza precedenti nella storia repubblicana. Sono alcuni dei punti del premier Renzi all'assemblea del Pd a Milano, ad Expo. Annunci che hanno fatto insorgere l'opposizione, scettica. "Se faremo le riforme nel 2016 elimineremo noi, perché gli altri hanno fatto la finta, la tassa sulla prima casa, l'Imu agricola e sugli imbullonati. Nel 2017 ci sarà un intervento Ires e Irap e nel 2018 interventi sugli scaglioni Irpef e sulle pensioni". Lo ha annunciato Matteo Renzi all'assemblea del Pd all'Expo, anticipando una "rivoluzione copernicana" per la riduzione delle tasse.Rivoluzione copernicana - "Se continueremo a tenere in pista il cantiere delle riforme, come credo, nel 2016 faremo una sforbiciata delle tasse che proseguirà nel 2017-18 in maniera puntuale. Per 5 anni avremo un impegno di riduzione delle tasse che non ha paragoni nella storia repubblicana di questo paese. Una rivoluzione copernicana, senza aumentare il debito". "Il Pd non è più il partito delle tasse, non lo so se lo è mai stato ma nella percezione pubblica sì - ha detto il premier - La destra sembrava partito di innovazione e investimenti sul futuro mentre noi facevamo attenzione ai conti. Ora nel Pd non ci sarà nessun cambiamento genetico sui valori, sulla cultura politica, sugli ideali, ma sulle tasse sì. Saremo i primi che le riducono davvero e perciò saremo considerati credibili".Renzi ha poi dettato i tempi delle riforme. "La riforma della Pubblica amministrazione entro il 7 agosto avrà la lettura definitiva in Senato. Nel mese settembre dobbiamo chiudere al Senato la riforma costituzionale, prima della legge di stabilità". Sulle unioni civili "la discussione può essere fatta insieme al gruppo della Camera in modo che alla Camera la lettura sia confermativa e si possa definitivamente approvare entro l'anno la legge sulle unioni civili. Abbiamo 20 miliardi di euro per investimenti nelle infrastrutture che non stiamo spendendo: da qui al 31 dicembre 2016 andranno spesi fino all'ultimo centesimo". "Venerdì 24 a Palazzo Chigi gli operai di Whirlpool entreranno a firmare l'accordo che salverà quella azienda"Ripresa è merito dell'azione di governo - Matteo Renzi insiste sul merito dell'azione di governo nella ripresa. "Grazie a quelle riforme l'economia finalmente si è rimessa in moto", ha detto il premier "ma di questi dati non siamo soddisfatti: abbiamo fame di crescita, di posti di lavoro, non ci accontentiamo di invertire rotta ma vorrei fosse chiaro all'assemblea che questo lavoro è frutto dell'azione del Pd e dei suoi alleati. Se pensiamo di cedere alla cultura che vuole attribuire questo merito a fattori esterni discutiamo pure di economia. Ci sono certo buone notizie, dall'ombrello Bce con il Qe: è importante ma non incide sulle aziende".Immigrazione, restiamo umani - "Discutiamo di tutto ma restiamo umani di fronte a un dolore che ha diritto alla dignità, prosegue Renzi. Se una bambina muore non permettiamo che per un punto nei sondaggi si rinunci a essere persone umane. Qualcuno dice 'Salvini è per sempre', come fosse un diamante (e come noto sui diamanti ha qualche expertise la Lega). Ma guardiamo il guardaroba di Salvini. Noi siamo tenacemente e convintamente siamo dalla parte dell'Italia sempre. Non accettiamo che qualcuno sfoderi una maglia che dice che la Padania non è Italia", ha detto mostrando una foto di Salvini. "E' per questo che non possiamo avere paura di Salvini."Misure contro il terrorismo - Il premier ha annunciato un'iniziativa contro il terrorismo. "Nelle prossime ore a nome del Pd rivolgerò un appello alle altre forze politiche per un tavolo di lavoro congiunto contro il terrorismo internazionale, perché si possa avere condivisione anziché usare le questioni di sicurezza nazionale per litigare nella politica interna".Pd vive stagione record elettorali, ma c'è tribù musi lunghi - Il "Pd è il partito più votato in Italia dal '58 ad oggi, è il partito più votato in Europa, dopo di noi c'è la Merkel" e dunque "ci dovrebbe essere entusiasmo e gioia e invece non è così, anzi torna la tribù dei musi lunghi". "Qualcosa ancora non va - dice il premier- segretario - è perchè abbiamo perso qualche comune, è perchè abbiamo perso la Ligura? Può darsi ma non credo sia solo questo, c'è stato un tempo nel Pd in cui perdeva molto...ma se la tribù dei musi lunghi torna a mostrare volto per qualcosa di più forte, penso sia inaccettabile messaggio va tutto bene madama la marchesa, però occorre un'operazione verità: abbiamo perso alcune città è vero, era accaduto anche nel 2014".Credevo al Nazareno ma risceglierei 1000 volte Mattarella - "Saremo sempre a disposizione della grande storia della democrazia italiana. Se per eleggere Mattarella qualche forza politica è venuta meno agli accordi per le riforme, rifaremo dieci, cento, mille mille volte la scelta che abbiamo fatto. Credevamo al patto del Nazareno a quello che c'era dentro il patto del Nazareno, non quello che qualche vecchia gloria ha pensato di inserirci". "Nella scorsa assemblea - ha aggiunto il premier - il segretario di aver fatto un patto con Berlusconi. Ho detto che non avremmo permesso a Berlusconi di fare il king maker dell'elezione del presidente della Repubblica. Così abbiamo fatto".Le unioni civili devono essere legge entro l'anno - "Ho proposto ai capigruppo di discutere insieme al Senato in modo che una lettura confermativa alla Camera sulle unioni civili consentirebbe finalmente di vedere approvata la legge entro l'anno, se i gruppi parlamentari saranno disponibili". Lo ha detto Matteo Renzi all'assemblea nazionale del Pd, sottolineando che si tratta di una questione "aperta da troppi anni in Italia e che richiede ora una soluzione definitiva". Iniziando il passaggio dedicato alle unioni civili, il premier si è rivolto a Ivan Scalfarotto, il sottosegretario alle Riforme che sta attuando un digiuno di protesta per chiedere l'approvazione di una legge in questo senso, ha fatto una battuta dicendo: "Ti prendo e ti porto a mangiare".
Redazione Tiscali

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità