NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
05
Mon, Dec
56 Nuovi articoli

Vatileaks 2: indagati gli autori dei due libri sulla fuga di notizie Nuzzi e Fittipaldi "Avarizia" e "Via Crucis"

Stampa Nazionale
Aspetto
Condividi

Aperta una nuova indagine sul documento riguardante l'Apsa Vatileaks 2: indagati gli autori dei due libri sulla fuga di notizie Nuzzi e Fittipaldi. I giornalisti Emiliano Fittipaldi e Gianluigi Nuzzi, autori dei libri "Avarizia" e "Via crucis", usciti nei giorni scorsi, sono indagati nell'ambito dell'inchiesta vaticana sulla fuga di documenti riservati della Santa Sede. Aperta indagine sul documento Apsa - Intanto, stando a quanto rende noto il direttore della Sala Stampa vaticana, Padre Federico Lombardi, "l'Autorità giudiziaria vaticana ha aperto un'indagine in merito alla diffusione del documento" riguardante l'Apsa, l'organismo vaticano competente per l'Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica. "Nei giorni scorsi sono apparsi su agenzie e organi di stampa articoli che riferiscono in maniera parziale e imprecisa - si legge in un comunicato - il contenuto di un documento confidenziale, ipotizzando che in passato l'Apsa sia stata strumentalizzata per un'attività finanziaria illecita. L'Autorità giudiziaria vaticana ha aperto un'indagine in merito alla diffusione del documento. L'Apsa - sottolinea la nota del Vaticano - ha sempre collaborato con gli organi competenti, non è sotto indagine e continua a svolgere la propria attività nel rispetto della normativa vigente".Propaganda fide: tuteleremo la nostra immagine - Propaganda Fide, Congregazione per l'evangelizzazione dei Popoli, al centro di notizie di stampa riguardanti l'utilizzazione dei suoi immobili, si difende e annuncia che "qualora dovesse ripetersi la divulgazione di notizie non veritiere o tendenziose, sarà costretta a tutelare la propria immagine nelle sedi opportune", si legge sull'Agenzia Fides. Il reddito derivante dagli affitti degli immobili di Propaganda Fide "è destinato principalmente al mantenimento della Congregazione, della Pontificia Università Urbaniana, del Pontificio Collegio Urbano, di istituzioni missionarie e di giovani chiese dei territori di missione", sottolinea la Congregazione, commentando notizie di stampa sull'utilizzazione delle case della stessa Congregazione. Si precisa che su questi immobili "vengono regolarmente pagate le imposte in Italia: nel 2014 il Dicastero ha versato per Imu 2.169.200 euro, solo per Roma Capitale".Galatino: cercano di screditare la Chiesa - "Non è vittimismo dire che una Chiesa credibile fa paura e dunque si cerca di screditarla". Monsignor Nunzio Galantino, segretario della Cei, parla chiaro in un'intervista a Famiglia Cristiana: "Abbiamo a che fare con una Chiesa più credibile e ad alcuni questo non piace perché si sentono messi in discussione. E c'è una falsa informazione. È falso che la Chiesa spenda per altro i soldi dei poveri. E in particolare per l'8 per mille: il bilancio dettagliato è pubblicato da ciascuna diocesi e le informazioni si possono trovare sul sito della Cei".

Redazione Tiscali.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità