NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
03
Sat, Dec
59 Nuovi articoli

La Grecia è sull'orlo della bancarotta Atene propone un accordo in extremis

Notizie dal Mondo
Aspetto
Condividi

E' iniziato il conto alla rovescia per salvare la Grecia dalla bancarotta.
L'Eurogruppo straordinario sulla Grecia, previsto per domani alle 15, è stato anticipato alle 12. La riunione dei ministri deve preparare l'Eurosummit che seguirà subito dopo, alle 19, e sarà il punto di non ritorno per i negoziati sulla restituzione del prestito greco ai creditori internazionali.
Il governo greco ha presentato questo pomeriggio quella lui stesso definisce la proposta definitiva per il salvataggio del paese dal rischio di default e di uscita dall’euro.
Il premier Alexis Tsipras ha avuto una conference call con la cancelliera tedesca Angela Merkel, il presidente francese Francois Hollande e quello della commissione Ue Jean-Claude Juncker per informarli della proposta di Atene.
Il piano prevede lo stop ai prepensionamenti a partire dal primo gennaio 2016. Aumento della "tassa di solidarietà" per le persone che guadagnano più di 30.000 euro l'anno e per le società che hanno utili superiori ai 500.000 euro.
Tsipras sarebbe anche pronto ad adottare misure fiscali permanenti pari al 2% del Pil della Grecia mentre i creditori chiederebbero misure per il 2,5%. Lo 0,5% mancante verrebbe coperto da altri "provvedimenti amministrativi".
Renzi e Hollande all
Renzi e Hollande all'Expo di Milano
Il premier italiano Matteo Renzi e il presidente francese Francois Hollande, oggi in visita all'Expo di Milano, in una conferenza stampa congiunta hanno fatto il punto della situazione.
"A mio avviso ci sono tutte le condizioni per l'accordo con la Grecia, non bisogna perdere questa finestra di opportunità", ha detto Renzi.
Più prudente Hollande: "In queste prossime ore speriamo si giunga ad una discussione conclusiva ha dichiarato, la Grecia ha mandato alla commissione Ue, al Fmi e alla Bce le nuove proposte e spero che con loro giungeranno alla soluzione. Vari sono i punti da affrontare, la Grecia non vuole che si tocchino le piccole pensioni, quindi chiediamo alla Grecia di fare altre proposte".

unionesarda.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità