NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
04
Sun, Dec
59 Nuovi articoli

Grecia: trionfo del "No" al referendum. Varoufakis annuncia le dimissioni

Notizie dal Mondo
Aspetto
Condividi


Il ministro delle finanze greco su Twitter: "Lascio per facilitare le trattative". Oggi a Parigi l'incontro d'emergenza tra Hollande e Merkel. Un trionfo oltre ogni aspettativa. Vola oltre il 60% (61,31% contro 38,69% il risultato definitivo) il "No" al cruciale referendum indetto dal premier greco Alexis Tsipras sulle proposte dei creditori di Atene in cambio di ulteriori finanziamenti per il salvataggio del Paese. Una bocciatura senza appello della ex troika, che manda un messaggio chiaro a in tutta l'Unione Europea e in particolare alla Germania. La cancelliera Angela Merkel è stata lapidaria: "Tsipras sta mandando la Grecia contro un muro". Ma il mandato popolare per il premier è stato fortissimo e Tsipras ora chiede un accordo con i partner internazionali in tempi rapidi. A Parigi oggi c'è un incontro d'emergenza tra il presidente Francois Hollande e la cancelliera Merkel, poi un summit dell'Eurozona martedì. In Italia Renzi rifletterà sul voto con il ministro Padoan.Tsipras: "Ora riportare alla normalità il sistema delle banche" - Alexis Tsipras è soddisfatto anche perché era in gioco la sua carriera politica. "Abbiamo dimostrato che la democrazia non può essere ricattata - ha detto il premier ellenico -. Il 'No' non è una rottura con l'Unione Europea. La Grecia andrà al tavolo negoziale con l'obiettivo di riportare alla normalità il sistema delle banche - ha incalzato -. E il problema del debito greco sarà sul tavolo negoziale dopo la pubblicazione del rapporto dell'Fmi".Varoufakis: "Lascio per facilitare le trattative" - E' andato all'attacco anche l'altro protagonista della battaglia referendaria, Yanis Varoufakis, che ha parlato di "coraggioso No all'austerità. Le ferite dell'Europa e della Grecia iniziano a guarire". "La permanenza della Grecia nell'euro non è tema delle trattative", ha scritto il ministro delle finanze greco in un tweet, aggiungendo che "l'Europa non permetterà la circolazione di una valuta parallela". Poi, sul proprio profilo Twitter, il ministro delle finanze ellenico ha annunciato le sue dimissioni. "Lascio per facilitare le trattative" ha spiegato Varoufakis motivando la sua decisione con la volontà di aiutare il premier Tsipras a raggiungere un accordo al tavolo dei negoziati.Alexis Tsipras Alexis TsiprasMerkel: "Lascia andare la Grecia a occhi aperti contro un muro" - Il voto del referendum greco "va rispettato". Ma il "No" che ha trionfato è soprattutto un colpo diretto alla Germania e ad Angela Merkel. La cancelliera ha detto ai suoi di ritenere Alexis Tsipras responsabile di "una politica dura e ideologica". Poi l'attacco diretto: "Lascia andare il Paese a occhi aperti contro un muro". Anche il vicecancelliere Sigmar Gabriel si è mostrato allineato con un commento durissimo: "Tsipras ha distrutto l'ultimo ponte verso un compromesso fra Europa e Grecia", ha tuonato.Dijsselbloem: "Risultato deplorevole per il futuro di Atene" - Duro anche il commento del presidente dell'Eurogruppo Jerom Dijsselbloem. "Prendo atto del risultato del referendum greco che è molto deplorevole per il futuro della Grecia. Per il risanamento dell'economia greca, sono inevitabili misure difficili e riforme", ha detto Dijsselbloem. "Ora aspetteremo le iniziative da parte delle autorità greche. L'Eurogruppo discuterà la situazione il 7 luglio", ha aggiunto il presidente dell'Eurogruppo.

red Tiscali.it, Foto Ansa

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità