NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
11
Sun, Dec
59 Nuovi articoli

Europei 2016. Incredibile Portogallo: per la prima volta sul tetto d'Europa. Francia in ginocchio

Notizie dal Mondo
Aspetto
Condividi


Incredibile trionfo a Parigi del Portogallo, che perde subito Cristiano Ronaldo, si difende per novanta minuti contro la Francia ma ai supplementari trova con Eder il gol che vale il titolo di campione d'Europa. La finale si apre con l'episodio destinato a cambiarla: Payet entra duro su Cristiano Ronaldo che accusa un infortunio al ginocchio. Il fuoriclasse del Real Madrid prova a stringere i denti ma dopo un quarto d'ora di dentro e fuori, tra lacrime e interventi dei medici, è costretto ad alzare bandiera bianca. Il Portogallo, perso il suo faro, non va al tappeto, e torna negli spogliatoi avendo concesso solo un paio di occasioni a Griezmann e Sissoko.

Nelle ripresa con l'ingresso di Coman la Francia sale di intensità ma spreca ancora tutto con Griezmann che prima si fa ipnotizzare da Rui Patricio e poi manda alto da buonissima posizione. Anche Quaresma ha una chance dopo un tiro-cross di Nani smanacciato da Lloris ma la sua rovesciata non sorprende il portiere francese. In pieno recupero la chance più importante: Gignac, entrato al posto di Giroud, si gira alla grande ma il palo gli dice di no.

Nei supplementari il Portogallo ha due clamorose occasioni: Eder di testa impegna Lloris mentre la traversa dice di no a Guerreiro, ad un passo dall'1-0 su una punizione inesistente. Proprio Eder però ha un'altra chance da fuori, concessagli colpevomente dalla difesa, e pesca l'angolino per il più incredibile dei gol. La Francia negli ultimi dieci minuti si getta in avanti ma inutilmente

Redazione Tiscali

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità