NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
08
Thu, Dec
61 Nuovi articoli

Carbonia-Bosa è la finalissima della Coppa Italia dilettanti di Promozione regionale.

Calcio
Aspetto
Condividi

Carbonia-Bosa è la finalissima della Coppa Italia dilettanti di Promozione regionale. Le due squadre, protagoniste del girone A del campionato, si sono qualificate eliminando rispettivamente l’Orrolese e la Macomerese. Se la qualificazione del Bosa era assai prevedibile, dopo il 2 a 0 maturato nella partita d’andata e anche in considerazione del potenziale delle due squadre (il Bosa è secondo nel girone A mentre la Macomerese lotta per la salvezza nel girone B, dove attualmente è quart’ultima), la vera impresa l’ha compiuta il Carbonia, andando a conquistare la qualificazione, dopo il 2 a 2 del “Carlo Zoboli” di sette giorni fa, sul campo dell’Orrolese, la squadra che fin qui ha dominato il campionato.

La partita di Orroli si è decisa nel secondo tempo, dopo una prima parte dell’incontro equilibrata e priva di goal. E’ stata l’Orrolese a passare in vantaggio con Claudio Placentino e, a quel punto, la sfida sembrava decisa. Forse ha pensato questo anche l’Orrolese, salvatasi dalla sconfitta a Carbonia, dopo un primo tempo nettamente favorevole alla quadra di Andrea Marongiu, andata in goal due volte con Daniele Contu e Giuseppe Corona, e quello della dominatrice del campionato s’è rivelato un errore di valutazione letale, perché di fronte aveva un super Carbonia.

La squadra mineraria sta vivendo il miglior periodo di forma della stagione, forse anche rispetto all’eccezionale filotto di risultati positivi maturato dopo le prime giornate, ed ha meritatamente costruito l’impresa, con i goal di Stefano Demontis e Daniele Contu, protagonisti già nella gara d’andata.

L’accesso alla finalissima rappresenta un risultato di grande prestigio ma forse alimenta anche i rimpianti, perché se nel doppio confronto con l’Orrolese il Carbonia ha dimostrato di non essere per niente inferiore alla squadra che sta trionfalmente arrivando in Eccellenza regionale, con un pizzico di maggior convinzione e continuità di risultati, avrebbe potuto tranquillamente trovarsi al posto dell’Orrolese.

Il Carbonia ritorna a disputare una finale di Coppa Italia a distanza di sei stagioni da quella che lo vide protagonista, al Quadrivio di Nuoro, il 10 febbraio 2010, condotta a lungo in vantaggio e, alla fine, persa con tante recriminazioni, ai calci di rigore.

L’altra finalista, il Bosa, ha strappato il biglietto per la sfida decisiva per la conquista della Coppa Italia, perdendo di misura, 0 a 1, a Macomer. Il goal decisivo è stato messo a segno dal centrocampista Matteo Cesari.

by Giampaolo Cirronis

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità