NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
17
Sat, Nov

XXIV Domenica ordinaria (anno liturgico B) Gesù

Il Vangelo della Domenica
Aspetto
Condividi


L’evangelista Marco inizia il suo Vangelo scrivendo: “Inizio del Vangelo di Gesù Cristo, Figlio di Dio”. Scrivendo a dei pagani, l’evangelista racconta tanti miracoli operati da Gesù, a dimostrazione che solo un Dio poteva compiere tali opere. Ad esempio, per le caratteristiche delle vesti di Gesù alla Trasfigurazione, dice : “Nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche”. Siamo a metà del Vangelo; Gesù chiede in modo molto esplicito ai discepoli cosa dice la gente di Lui e cosa loro pensano di Lui. Certo, tutti si son fatti una grande idea di Gesù, ma pochi che Lui fosse il Messia, il Cristo Salvatore. Pietro lo pensa chiaramente, ma non può accettare che il Cristo muoia su una Croce, che a GesùDio-Salvatore possano far tanto male, che nel mondo ci siano tante ingiustizie e sofferenze; è lo scandalo di tanta gente lungo i secoli. Se Dio c’è, come è possibile tutto questo ? !
NOI
Il Crocifisso che troneggia un po’ dappertutto, appeso alla catenina al collo di tante persone, nelle nostre case, negli ospedali e altrove, suscita continuamente la domanda: chi è Dio e chi è l’uomo, cosa ha fatto Dio facendosi uomo, cosa gli hanno fatto gli uomini. Dio ha tanto amato il mondo da farsi uomo. Gesù ci ha fatto conoscere Dio Padre, ci ha dato i Sacramenti, la sua presenza fra noi nei secoli. Nulla ha potuto distoglierlo dalla sua Missione, è andato deciso verso Gerusalemme, anche sapendo che l’avrebbero crocifisso. Se Gesù si fosse tirato indietro, non avremmo conosciuto Dio come lo conosciamo, non avremmo conosciuto Gesù morto e risorto, non avremmo avuto la salvezza.
VIVERE CREDENDO
Gesù dice chiaramente che dinanzi ai grandi valori non possiamo rinunciare; rovineremmo la nostra esistenza. La fede la si vive, la si dimostra con le opere; non basta credere, sapere che Dio esiste; non basta dire: “Amo Dio, amo l’uomo”, ma poi viviamo individualmente, egoisticamente, come se Dio non esistesse, come se gli altri non esistessero. Chi vive secondo il Vangelo, salverà la propria vita, aiuterà gli altri a salvarsi. A M E N !

Padre Nicola, sacerdote redentorista