NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
09
Fri, Dec

La diocesi ospita gli animatori sardi per la formazione regionale del Progetto Policoro

S.I. Oggi
Aspetto
Condividi

Dopo quattro anni la formazione regionale del Progetto Policoro è arrivata lo scorso weekend nella Diocesi di Iglesias, consentendo ai sedici Animatori di Comunità provenienti dalle nove diocesi aderenti al Progetto, di condividere per tre giorni un’esperienza formativa collettiva. Da venerdì 19 a domenica 21, nei locali del seminario ad Iglesias, i giovani animatori sono stati coinvolti in una full immersion di lavori per ripercorrere insieme le linee guida del Progetto, sottolineandone le prerogative. Il Progetto, infatti, è un continuo processo in divenire che interroga l’animatore sulla propria vita, sia professionale che personale. Lo scorso fine settimana è stato un piacevole momento di incontro con l'altro, in un clima di amicizia e di solidarietà che fa sentire l’animatore parte di una comunità viva, umile e sensibile ai bisogni di tutti. I lavori sono stati organizzati alternando diversi momenti di formazione, caratterizzati da un argomento teorico preliminare e da lavori di gruppo, realizzati al fine di elaborare delle idee per un gesto concreto regionale. Non sono mancati poi, i momenti conviviali e di condivisione, con i pasti consumati tutti insieme e un piccolo tour per le vie del centro con la visita della Cattedrale. Sabato sera, la parrocchia di santa Lucia ha accolto la comitiva per la celebrazione eucaristica presieduta da don Salvatore Benizzi, responsabile diocesano del Progetto. La comunità parrocchiale ha salutato poi gli animatori provenienti dalle varie zone della Sardegna, offrendo un buffet di benvenuto.

Accompagnati e sostenuti durante la tre giorni dal segretario regionale, Simone Cabitza, gli animatori hanno vissuto forti momenti di condivisione e riflessione, stringendo un patto di collaborazione e corresponsabilità per proporre un’idea sostenibile che possa offrire un futuro professionale agli animatori che hanno concluso il mandato triennale. Questo aspetto sarà anche il filo conduttore della formazione regionale annuale, che proseguirà a fine maggio nella diocesi di Lanusei, in attesa del nuovo modulo di formazione interregionale a ottobre. In quell’occasione sarà la città di Cagliari ad ospitare, oltre gli animatori sardi, i colleghi della Campania e della Basilicata.

Annalisa Atzei e Isabella Rosas

Sulcis Iglesiente Oggi