NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
04
Sun, Dec

Oristano. Riuniti i direttori dei settimanali e degli uffici diocesani per le comunicazioni sociali

S.I. Oggi
Aspetto
Condividi

Manca un mese alla 50ma Giornata Mondiale per le Comunicazioni Sociali e anche le diocesi della Sardegna si stanno preparando a vivere questa importante data inserita, quest’anno, nel percorso giubilare. L’Anno Santo della Misericordia ci invita a riflettere sul rapporto tra la comunicazione e la misericordia.
I direttori dei giornali diocesani e degli uffici diocesani per le comunicazioni sociali della Sardegna, nel corso di una partecipata riunione che si è svolta venerdì scorso a Oristano, hanno condiviso la necessità di partire dai contenuti del Messaggio che Papa Francesco ha scritto per prepararci al meglio alla Giornata che verrà celebrata il prossimo 8 maggio. “Siamo chiamati - scrive il Santo Padre - a comunicare da figli di Dio con tutti, senza esclusione. In particolare, è proprio del linguaggio e delle azioni della Chiesa trasmettere misericordia, così da toccare i cuori delle persone e sostenerle nel cammino verso la pienezza della vita, che Gesù Cristo, inviato dal Padre, è venuto a portare a tutti. Si tratta di accogliere in noi e di diffondere intorno a noi il calore della Chiesa Madre, affinché Gesù sia conosciuto e amato; quel calore che dà sostanza alle parole della fede e che accende nella pred¬¬¬icazione e nella testimonianza la “scintilla” che le rende vive”.
Le diocesi sarde, accogliendo l’invito del Papa, porteranno la loro testimonianza e racconteranno le modalità con cui stanno attraversando l’Anno della Misericordia attraverso la pubblicazione di un inserto speciale che domenica 8 maggio verrà distribuito insieme al quotidiano Avvenire in tutta la nostra isola. Per il terzo anno consecutivo, l’Ufficio regionale per le comunicazioni sociali della Conferenza Episcopale Sarda coordinerà il lavoro delle singole diocesi. L’inserto rappresenta ormai una significativa tradizione che, attraverso la proficua collaborazione tra le diverse diocesi, vuole offrire all’azione della Chiesa in Sardegna un volto sempre più unitario e aperto. Nei prossimi giorni le parrocchie verranno contattate dagli uffici di Avvenire per prenotare le copie ad un prezzo super-scontato rispetto a quello di copertina. Per ulteriori informazioni su questa iniziativa editoriale è possibile scrivere all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Nel corso della riunione, i rappresentanti diocesani hanno inoltre condiviso l’esigenza di individuare forme di collaborazione anche attraverso nuovi strumenti informatici e la necessità di organizzare nel corso dell’anno iniziative formative dedicate al tema della privacy e dell’utilizzo dei social media da parte degli operatori ecclesiali. Intanto, il lavoro di sinergia avviato nei mesi scorsi inizia a portare i primi frutti grazie alla realizzazione di una pagina pubblicitaria che presenta e promuove tutte le testate diocesane della Sardegna. Una presenza editoriale, certamente significativa nel panorama dell’informazione locale della nostra isola, che deve essere sempre più sostenuta e valorizzata.

Marco Piras

Sulcis Iglesiente Oggi