NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
02
Fri, Dec
67 Nuovi articoli

Carloforte. Dopo 26 anni dal primo aprile si naviga con Delcomar

Attualità Locale
Aspetto
Condividi


Il primo aprile è partito il nuovo servizio di collegamenti da e per Carloforte (e anche quello di La Maddalena per l’isola madre): la Saremar dopo 26 anni verrà sostituita dalla compagnia di navigazione Delcomar. E la partenza al momento appare più che buona. Intanto tutti i marittimi della Saremar, tranne quelli in prepensionamento, saranno assunti dalla Delcomar, compresi gli addetti ai bar che saranno aperti e funzionanti in ogni traghetto. E poi, è questa una novità, le tariffe subiranno una diminuzione che sarà minima per i residenti (appena 5 centesimi) sia sulla tratta di Portovesme che di Calasetta, ma sicuramente più consistente per i non residenti. Il biglietto per i passeggeri sulla linea Portovesme passerà dalle attuali 5,60 a 4,90 e su quella di Calasetta da 5,30 a 4,50. Ma c’è di più, durante i fine settimana le tariffe passeggeri, sempre per i non residenti, subiranno una notevole riduzione: 1,90 per chi passa da Calasetta e 2,10 per chi s’imbarca da Portovesme.
Raggiungere Carloforte sarà pertanto meno caro e ciò potrebbe favorire l’afflusso turistico soprattutto durante la stagione estiva. E infine ci sarà una riduzione del 10% per tutti i mezzi che trasportano merci, mentre verrà eliminata la tariffa suppletiva che veniva applicata ai mezzi con carichi pericolosi (benzina, bombole gas ecc.). E anche qui c’è un’aspettativa per tutti gli isolani: che il costo della benzina (più alto che in ogni altro distributore del Sulcis) possa calare almeno un poco. Tutte queste cose sono state annunciate dall’armatore Franco Del Giudice, proprietario della Delcomar, nel corso di una sorta di conferenza stampa. L’occasione è stata offerta sabato scorso, durante la presentazione della nuova unità della compagnia l’Anna Mur (dedicata alla madre Anna Mureddu) di 2000 tonnellate di stazza, capace di trasportare 500 passeggeri e 120 auto. “I patti si rispettano” ha detto Franco del Giudice riferendosi alle assunzioni dei marittimi Saremar “anche se ancora ufficialmente non sono concessionario delle linee”. Ma entro il mese tutto sarà burocraticamente formalizzato e si terranno degli incontri anche con le organizzazioni sindacali. Il nuovo servizio di collegamenti quindi parte bene, ma è ancora in “divenire”. Intanto perché il cambio di gestione quantunque immediato (o forse proprio per questo) avrà bisogno di un comprensibile periodo di assestamento, durante il quale si dovrebbero apportare eventuali modifiche per migliorare il servizio. Solo allora si conosceranno i traghetti che definitivamente verranno immessi nelle linee, probabilmente dei nuovi orari e chissà, magari anche qualche ulteriore sconto sulla tariffa degli autoveicoli.
Nicolo Capriata -- fonte Sulcis Iglesiente oggi

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità