NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
07
Wed, Dec
67 Nuovi articoli

Calasetta. Sabato scorso appuntamento ciclo di seminari “Sulla Famiglia”: La “Genitorialità”

Attualità Locale
Aspetto
Condividi

Un tempo essere genitori era indubbiamente molto più semplice di oggi. Attualmente viviamo in una società che ha fatto della complessità il suo aspetto caratterizzante. Giusto/sbagliato è un modello culturale del passato comodo ma, non realistico. Accettare la complessità implica un maggior investimento di energie e di coinvolgimento.
L’educazione della prole non è più “calata” dal genitore al figlio, ma è un processo dinamico nella instaurazione di una relazione tra individui, in perenne trasformazione. Il genitore sperimenta una nuova dimensione personale, che lo coinvolge sia come genitore che come figlio e ciò rispetto ai modelli genitoriali acquisiti. La coppia nel suo interno cambia le dinamiche. I neo genitori dovranno interrogarsi sul tipo di scelte operare in qualità di educatori. Per cui la genitorialità è l’insieme delle scelte educative e delle modalità di dialogo che i genitori decidono di stabilire con il figlio tenendo ben presente che è fondamentale riconoscere l’individualità del bambino come soggetto con personalità, bisogni, sensibilità degni di rispetto.
Parte centrale del ciclo di seminari “Sulla Famiglia” il tema della Genitorialità, a cura della associazione culturale Aina tenutosi ieri pomeriggio a Calasetta nel Centro Velico. Una gremita sala che ha potuto constare, se mai ce ne fosse bisogno, la complessità di essere Genitori efficaci. Il seminario condotto dallo psicologo psicoterapeuta nonché presidente della stessa associazione Aina Giancarlo Labate, ha stimolato diverse riflessioni circa il compito più arduo della Famiglia: l’educazione.
Il ruolo del genitore, afferma lo psicologo, è quello di dispensatore di benessere. Un termine che implica molteplici aspetti della vita dell’individuo quali lo sviluppo fisico, emotivo, sociale e intellettuale. La citazione della piramide di Manslow con l’ascesa del soddisfacimento dei bisogni primari di cura, protezione e quelli via via più elevati di stima e realizzazione, implicano la presenza di genitori/educatori che abbiano la capacità di capire quale sia il bisogno reale e contingente del Figlio, ciò attraverso una comunicazione funzionale. Indispensabile per un educatore sono i Compiti Evolutivi che aiutano il figlio a riconoscere, accettare e padroneggiare pulsioni, a sviluppare indipendenza e autonomia e predisporre un progetto per il futuro. Gli aspetti educativi non si “dicono”, ma si “agiscono”. Ogni dissonanza tra ciò che si dice e si agisce, comporta una situazione di “cattivo” esempio, educativamente disfunzionale. Ogni genitore dovrebbe avere nella sua “cassetta per gli attrezzi” diversi strumenti quali le competenze tecniche e quelle emotive. Come un buon direttore d’orchestra deve saperle dosare adeguatamente tenendo presente che quelle emotive sono preponderanti nello svolgimento delle diverse funzioni genitoriali. Il dottor Labate indica come Strumenti fondamentali nel arduo compito, l’Ascolto, la Comunicazione, la Rete. Fondamentale che il genitore non sia Solo nel suo ruolo e Senza Conoscenze. Per essere genitori efficaci è fondamentale il Confronto, la Formazione, la Rete Sociale, per sviluppare un senso di fiducia.
Il pubblico con i suoi interventi, ha confermato la difficoltà dell’essere genitori adeguati. Affidare al Caso fortunato o meno porta con se la deresponsabilizzazione rispetto al fallimento. La delega, il demandare ad Altri l’educazione è un modo per allontanare la Complessità del compito, privando Genitore/Figlio dell’elemento fondante, la costruzione della Relazione.
L’appuntamento è rinnovato a sabato 30 aprile con l’intervento della dott.ssa Carolina Putzu, dal titolo “L’adolescenza, cenni sulle strategie educative”
C.S.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità