NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
27
Thu, Jul
64 Nuovi articoli

Offerte speciali. “La libertà comincia dall'ironia.”(Victor Hugo)

Ritagli
Aspetto
Condividi


Siete pregati di non agitarvi e di non voltare pagina. Non intendiamo torturarvi ancora con le storie fosche dei famigerati colonnelli finiani in cerca di un posto di lavoro; sappiamo che rifinanziaranno la cassa integrazione guadagni e siamo quindi tranquilli per la loro sorte. In questi giorni di compulsivo attivismo restauratorio della destra, abbiamo l'impressione di trovarci in un affollato centro commerciale.
Ci sembra di assistere all'apertura delle vendite delle offerte speciali, riguardanti le varie marche e sottoprodotti che imitano un preparato politico antico e prestigioso: il M.S.I. molto copiato dalla concorrenza del settore, un pò come succede per la Nutella nell'ambito delle creme gianduia di cacao e nocciole.
Sugli ideali scaffali in bella mostra c'è di tutto. Prodotti di qualità, altri scadenti, surrogati e grossolane imitazioni; insomma roba buona, passabile e scadente.
Capita un pò come quando rinveniamo attoniti, vicino alle eccellenze del made in Italy, quelle cose indefinite e inquietanti, denominate <parmesan>, che pretendono di imitare il mitico parmigiano reggiano.
Sono queste le delizie e gli inconvenienti della libera concorrenza e del mercato globale che si concretizzano in un'offerta diversificata qualitativamente e come prezzo.
Siamo bombardati da una miriade di proposte apparentemente allettanti, moto simili tra loro e restiamo indecisi sulla scelta finale.
Come quando acquistiamo uno yogurt guardiamo la scadenza, altrettanto facciamo esaminando l'articolo politico, stimandone la validità, gli ingredienti e l'eventuale apporto calorico e nutrizionale.
Leggiamo la composizione chimica per vedere qual'è il principio attivo e vediamo che tutti indistintamente evidenziano una forte concentrazione del pensiero mussoliniano che, si sa, garantisce sempre la genuità del contenuto.
Esaminando le altre sostanze presenti nell'elenco dei componenti delle varie merci, vediamo che esse si differenziano negli ingredienti secondari, che sono per lo più preparati sintetici e non naturali, ricavati chimicamente nei vari laboratori politici anche poco attrezzati.
Essi variano dal patriottismo moderato all'estremismo nazionalista più acceso, passando per l'antieuropeismo a basso tenore, per arrivare fino alla presenza di massicce quantità di razzismo e di intolleranza.
Le confezioni esposte sono accattivanti e il contenuto di tutte le marche è sotto vuoto per conservarne la fragranza.
Acuni proclamano le potenti virtù lassative e avvertono della presenza di tracce di olio di ricino, altre decantano la presenza dell'olio di fegato di merluzzo e delle sue virtù, nonostante tale prodotto sia ormai desueto come ricostituente e fortificante di fisici affetti da rachitismo fisico e politico.
I più raccomandano le tracce di combustione di fiamma tricolore presenti, come un portentoso antidoto al meteorismo, mentre altri cinguettano evidenziando le proprietà terapeutiche e lassative degli estratti degli olmi e delle betulle, di cui ricordano l'uso miracoloso e salvifico nella realizzazione dei fasci littori fin dai tempi degli Etruschi.
Dosi moderate di indicis finianus sono evidenziate in qualche timido prodotto di nicchia esposto un pò ai margini e non reclamizzato.
Tracce di berluscanabis hindica, noto allucinogeno politico tratto da foglie essicate e tritate di Frodus Archorensis, sono stati individuate in quasi tutti gli articoli e la loro presenza è dichiarata più o meno apertamente dai produttori, come capita per la caffeina contenuta in una nota bibita.
Una recente sentenza ha decretato l'illegalità dell'uso di tale elemento che produce euforia, induce sonnolenza e assuefazione nonchè mutazioni della personalità con pulsioni a delinquere.
Il ritrovato più portentoso sembrerebbe Foedus Nationalis (il nome volgare è Alleanza Nazionale) che è pubblicizzato dal faccione pacioso di un putto che assomiglia fortemente a un ex colonnello finiano, un certo Storace.
Questo tizio però non ha niente a che vedere con il più noto
Scarface, eminente personaggio, politologo di fama mondiale, precursore e padre fondatore dell'attuale metodo Capone, ormai in uso nella pratica quotidiana dell'attività politica italiana.
Le vecchiette vanno a colpo sicuro e scelgono le confezioni che esaltano le proprietà contro l'aerofagia in genere.
Si sa che l'età veneranda porta con sè anche qualche fastidioso e rumoroso effetto collaterale.
I giovani passano disinteressati e non comprano; poche persone si fermano davanti agli scaffali e i relativi corridoi sono quasi deserti.
Sembra che l'intera linea di pozioni, pomate, unguenti e gel rifondaioli, che vorrebbero fare concorrenza al the verde e alle altre tisane e vaseline più note, interessino poco la gente.
Neppure i cartelli pubblicitari con lo slogan: “Uniti per una nuova destra” hanno richiamato l'attenzione e suscitato l'entusiasmo delle folle.
Addirittura alcuni restano sorpresi e divertiti nel ritrovarsi davanti quegli intrugli, con i quali ricordano che trafficava la nonna per sedare il nonno quando agitato straparlava, ricordando il Duce.
Sarà stata un'operazione commerciale in perdita? Non lo sappiamo ancora, ma aspettimo con curiosità i risultati delle indagini di mercato e i responsi delle vendite.
Nel frattempo ci ostiniamo a sperare che le magiche pozioni e tutti gli altri preparati di destra, più che nuovi siano prima di tutto seri, mentre ci aggiriamo pensierosi e sconcertati per il centro comerciale.
Gianfranco Pischedda

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna