NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
07
Wed, Dec
64 Nuovi articoli

Cagliari. Premio Energie in circolo 2015. Anche il Comune di Masainas tra premiati

Ritagli
Aspetto
Condividi

Durante la tappa finale di Energie in circolo, tenutasi alla MEM di Cagliari giovedì 29 ottobre scorso, sono stati premiati i vincitori dell'omonimo premio aperto a enti pubblici e imprese che hanno realizzato negli ultimi 5 anni progetti sul tema della sostenibilità ambientale. Il premio si inserisce tra le attività del percorso "Energie in circolo: un viaggio nell'energia sostenibile in Sardegna" ed è promosso da Sardegna Ricerche (Settore Valorizzazione della Ricerca) e dall'Assessorato dell'Industria (Servizio Energia), in collaborazione con l'Assessorato della Difesa dell'Ambiente (Servizio Sostenibilità Ambientale e Sistemi Informativi) della Regione Sardegna.

Sono pervenute 48 domande di partecipazione, distribuite nelle 5 categorie in concorso, due aperte agli enti pubblici, due alle imprese private e una alle partnership pubblico-privato. I primi classificati potranno utilizzare per due anni il logo "Premio Energie in circolo".
Per la categoria A1 Energie pioniere, riservata ai Comuni in Classe A e alle Comunità pioniere del Progetto Smart City che hanno realizzato attività o progetti specifici di attuazione dei PAES (Piani d'azione per l'energia sostenibile) o coerenti con essi, sono pervenute undici domande. Sono stati premiati per l'attuazione dei PAES 4 comuni ed è stata inoltre assegnata una menzione speciale.
1° - Comune di Baradili: nell'ambito delle comunità pioniere del progetto Smart City il progetto si è distinto per la molteplicità delle iniziative portate avanti mostrando una chiara strategia di sostenibilità ambientale.
2° - Comune di Villagrande Strisaili
3° - Comune di Sant'Anna e Comune di Masainas (pari merito)
Menzione speciale: Comune di Usini: Per l'impegno nell'attuare una strategia di sostenibilità ambientale coerente con il PAES pur non rientrando tra i comuni del progetto Smart City.

Per la categoria A2 Energie risparmiate, riservata ad altri enti pubblici che hanno realizzato attività/progetti specifici attinenti i vari aspetti della sostenibilità ambientale, sono pervenute dieci domande.
1° - Istituto professionale IPSAR Tortolì con il ristorante didattico RistorArte, per l'impegno a creare pratiche virtuose nella filiera agroalimentare, nell'ambito della formazione di una nuova generazione di esperti della ristorazione, maggiormente attenti alla sostenibilità ambientale e sociale.
2° - Comune di Mogoro per l'efficientamento energetico
3° - Comune di Ardauli per la sua politica sugli acquisti pubblici ecologici.

Per la categoria B1 Energie investite, dedicata alla migliore gestione e processo tecnologico per la sostenibilità ambientale attuata da imprese private, sono pervenute dieci domande.
1° - Amaduzzi Carlo C. con l'Hotel Ecolabel Domus de Janas, per la continua ricerca della sostenibilità ambientale nella propria impresa e la capacità di coinvolgere la catena di fornitori, le istituzioni e gli altri operatori del settore turistico.
2° - Kentos per la filiera del grano Cappelli e la 3A Arborea per l'efficientamento energetico (pari merito)
3° - Iliana società cooperativa per la biocosmesi.

Per la categoria B2 Energie prodotte, dedicata alle imprese private per il migliore prodotto/servizio di sostenibilità ambientale, sono pervenute 10 domande.
1° - Argiolas formaggi con le linee di pecorino Bio e Cla (con latte arricchito) per l'impegno nell'innovazione tesa a conciliare la sostenibilità ambientale nella filiera produttiva e la qualità del prodotto.
2° - Essedi per Edimare
3° - Nuove tecnologie di Marinella Caria e C. per Ecosirio
Per la categoria C Energie condivise, riservata ad attività e progetti caratterizzati da una forte collaborazione fra enti pubblici e imprese del territorio, che hanno creato le premesse di sostenibilità e durabilità nel tempo, sono pervenute sette domande.
1° - Laore Sardegna e Provincia del Medio Campidano con il Progetto Satu po imparai: per aver sapientemente puntato sull'educazione ambientale e alimentare come stimolo per lo sviluppo di un'agricoltura sostenibile in Sardegna.
2° - Cooperativa Schema libero per il progetto Tessere
3° - Comune di Santadi per i progetti Su Furriadroxiu e Abba2O

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità