NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
03
Sat, Dec
62 Nuovi articoli

L’amore e i suoi appellativi

Ritagli
Aspetto
Condividi

Dado, Dada, Pucci, Trottolino amoroso. L’Amore ha diversi modi di appellarsi e molto raramente si chiama Giovanni, Maria, Roberta e Gianfranco. Troppo riduttivo. Allora l’estro e la giocosità della coppia, trova modo di esprimere creatività e gaiezza. Ciò fino a qualche anno fa, restava nelle quattro mura domestiche come accessorio intimo di un rapporto emozionale. All’esterno e per gli spettatori occasionali, si preferiva il generico caro/a, tesoro, che a onore del vero e come disse uno scapolo d’oro come Alberto Sordi, era una buona alternativa per non confondere il nome della compagna del momento con quello dell’amante…sempre del momento.
Oggi, con la frettolosità e la velocità di consumo di ogni turbamento, di ogni contenuto cardiaco/emozionale e l’esibizione plateale attraverso le nuove forme di socializzazione, tutto viene spiattellato ad amici virtuali e reali. Si leggono “stati” dedicati, con un alto tasso di glucosio e bassissimo di regole grammaticali. “Vita Mia, non potrei vivere senza te, come o fatto fino adesso? Cuciolo sei la cosa più bella che o e voglio che rimani sempre con me. Io non ti dimentico mai”, se il cucciolo è della stessa razza e passa sopra gli errori, certamente si sentirà lusingato e dedicherà a Vita mia/Cucciola un altro stato simile per contenuti.
Queste storie senza fine durano un paio di settimane e generalmente terminano con una ridda di insulti plateali che costituiscono il diletto degli inaciditi senza cuore che soffrivano nel veder disperdere tanta dolcezza nelle pagine social.
Un tempo, un’epoca bella perché tutto restava all’interno della coppia e l’esterno si poteva solo immaginare, costruire e divulgare pettegolezzi creativi, l’intimità era sempre preservata e riservata e, si stava decisamente meglio.
Ai vari Vita mia, Ciccini, Cuccioli della rete si consiglia di rileggere a ritroso il proprio profilo e ripercorrere le vie della canna da zucchero in favore di un’attenta analisi di ciò che è l’andamento ciclico delle storie infinite, miseramente morte sotto un peso iperglicemico. Nel ritiro spirituale che potrebbe conseguirne, le letture indicate potrebbero essere “la grammatica Sensini” e, vista la passione per la cinofilia, la “Tre Cani”…
Punteruolo Rosso

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità