NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
06
Tue, Dec
56 Nuovi articoli

Siamo un paese RAZZISTA?

Ritagli
Aspetto
Condividi

Questa è la domanda che tutti, dalle istituzioni all'ultimo dei cittadini, ci dovremmo porre. Cagliari come Fermo, due gesti terrificanti dei quali dovremmo tutti VERGOGNARCI.

Questa è la domanda che tutti, dalle istituzioni all'ultimo dei cittadini, ci dovremmo porre. Cagliari come Fermo, due gesti terrificanti dei quali dovremmo tutti VERGOGNARCI. Se avessimo il coraggio di non minimizzare sempre tutto,oggi, ci renderemo conto che il razzismo, il bullismo e la violenza di genere sono insite compagne di vita di questa italia senza capo ne coda. In primis ci scagliamo contro la politica, sempre ambigua e lenta nel rispondere ai segnali. Servono politiche di integrazione, serve un ordinamento giuridico serio e vicino ai cittadini e alle loro problematiche ma sopratutto, serve che si limitino gli spazi ai CIARLATANI delle ruspe, dei maiali al guinzaglio nei luoghi di culto mussulmani, ai razzisti, a quelli che nei salotti bianchi dei Talk show incitano l'odio verso i "mantenuti", verso i migranti, verso chi è "diverso".
Perchè per questo è morto Emmanuel Chindi Namdi. E' morto perchè qualcuno lo ha colpito come se fosse un oggetto, e non venite a parlarci di ragazzata, del gesto di due folli. Questi non sono folli, sono fanatici razzisti, proprio come i "talebani islamici" che tanto odiamo quando sparano in mezza Europa. Questi sono FASCISTI che imperversano nelle nostre strade, che abitano alla porta accanto alla vostra e ai quali non diamo il giusto peso, non prestiamo la giusta attenzione. Muore un nigeriano e noi OGGI ci scopriamo un paese profondamente RAZZISTA. E per questo Proviamo una grande vergogna.
CIRCOLO SEL A. GRAMSCI Sant'Antioco

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità