NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
11
Sun, Dec
59 Nuovi articoli

Tratalias. Due asini dati in "adozione". Recuperati dai carabinieri sono stati restituiti al padrone.

Cronaca Locale
Aspetto
Condividi

Nei giorni scorsi G. I, allevatore di Tratalias, con grande meraviglia si è accorto che gli erano stati portati via i suoi due asini, un maschio ed una femmina di nome Peppa tra l’altro incinta, custoditi all’interno del terreno di proprietà di una donna di Carbonia in località Medau Mannu a Tratalias,.

Facendo un giro nel campo l'uomo ha notato una pressa di foraggio posta tra due container, una rete metallica ed una pedana in legno, che da quanto accertato sono stati utilizzati per chiudere gli asini e farli salire su di un furgone grazie alla pedana invogliati come esca dal foraggio posto sopra il mezzo utilizzato per il trasporto.

I carabinieri della stazione di Tratalias, ricevuta la denuncia, si sono messi immediatamente alla ricerca dei due asini venendo a sapere che il 16 maggio era stato visto girare nella zona il fuoristrada della proprietaria del terreno dove venivano custoditi gli asini e un furgone bianco non meglio identificato.

Inoltre i carabinieri con una verifica sui vari siti di vendita on-line e sui social hanno scoperto che, imprudentemente, qualche giorno prima del furto la figlia della donna aveva pubblicato su Facebook un’immagine dell’asinello maschio di otto mesi con scritto che “Peppino” offrendolo in adozione!

La ragazza specificava che l’asinello era ancora un pochino diffidente ma era certa che sarebbe stato possibile conquistarlo con pazienza ed amore! Nel post la ragazza inseriva poi il proprio numero di telefono.

Alcune persone letto l'annuncio, hanno risposto mostrando interesse fino a quando, grazie a questo incauto post i carabinieri hanno rintracciato una persona : una ragazza di San Giovanni Suergiu che, su richiesta dell'autrice del post, aveva “adottato” anche la femmina (Peppa).

La ragazza, inconsapevole del fatto che i due asini erano stati rubati, era stata aiutata dalla donna e dal suo fidanzato di Sant’Antioco a far salire gli animali sul furgone per essere portati nella nuova casa.

Per tranquillizzare la ragazza che ha preso in affido i due asini la proprietaria del terreno ha rilasciato una dichiarazione dove riferiva di donare gratuitamente 2 asini di cui era in possesso da circa 2 anni nel suo terreno, senza però precisare che il legittimo proprietario, che ha sporto denuncia per furto, fosse stato autorizzato verbalmente dalla donna a tenere gli animali nel terreno in questione in quanto la donna aveva la necessità di tenerlo pulito.

I carabinierei hanno quindi recuperato i due asinelli e l’ “affidataria”, ignara di quanto fosse precedentemente successo, una volta informata dei fatti ha restiruito gli asini al legittimo proprietario.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità