NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
07
Wed, Dec
64 Nuovi articoli

Santadi. Al museo etnografico in mostra manufatti dote della sposa

Eventi Manifestazioni
Aspetto
Condividi

In occasione del Matrimonio Mauritano 2015, presso il Museo Etnografico Sa Domu antiga di Santadi sarà allestita la mostra “Sa doda antiga”. L’inaugurazione avverrà venerdì 31 luglio 2015 presso il Museo, in Via Mazzini 37, alle ore 19.00. La mostra propone un approfondimento sulla composizione della dote della sposa, concentrandosi principalmente sul corredo. Grazie alla generosità degli eredi, sarà esposto il corredo relativo ad un matrimonio tenutosi alla fine degli anni 30 del Novecento, composto da pezzi di eccezionale interesse etnografico oltre che di straordinario valore estetico. La mostra sarà visitabile fino al 5 agosto, tutti i giorni tranne il lunedì, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 19.00. La mostra è divisa in tre spazi espositivi, che rendono evidenti le diverse funzioni e la varietà di oggetti che componevano una dote tradizionale. 

La prima parte è dedicata al corredo, composto da pezzi di lana, lino, cotone e seta, è stato interamente realizzato dalla sposa negli anni del fidanzamento. Insieme a coperte, copricassa, lenzuola e federe, tovaglie e tovaglioli, asciugamani e fasce ornamentali, il corredo comprende anche ricami e lavori in filet, che testimoniano la presenza di questo tipo di lavorazione anche nell’estremo meridione della Sardegna. Di notevole interesse, soprattutto per la loro rarità in contesti museali, gli originali completi in seta di biancheria femminile. Oltre ai tessuti, sarà possibile ammirare le cassapanche destinate a contenere il corredo e gli indumenti dei coniugi,sa caxa della sposa e sa caxita dello sposo, entrambe impreziosite da decorazioni dipinte con motivi floreali, secondo la più genuina tradizione sulcitana.
La seconda parte della mostra ripropone il complesso di oggetti che componevano su strexu: dai piatti, tazze e bicchieri ai servizi da tè, caffè e dolce, a su strexu de fenu per la lavorazione delle farine e su strexu de terra, per la cucina e l’approvvigionamento dell’acqua. Per l’occasione su vascellau solitamente esposto nel Museo sarà sostituito da quello originale appartenuto agli sposi, e saranno inoltre esposti alcuni dei regali originali che la coppia ha ricevuto in occasione delle nozze.
La terza parte presenta una selezione dei tessuti realizzati dalla sposa dopo il matrimonio: alcune coperte e copricassa saranno esposti accanto al telaio appartenuto alla donna, insieme all’ultimo lavoro, non finito, realizzato al telaio in età ormai matura, a testimonianza di una vita intera dedicata, oltre che alla cura della famiglia e della casa, ad un’attività tradizionale che sapeva unire l’utilità dei manufatti ad una straordinaria abilità manuale e una non comune sensibilità per la bellezza.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità