NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
02
Fri, Dec
67 Nuovi articoli

Iglesias. Il consiglio comunale approva il "baratto amministrativo"

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Durante i lavori del Consiglio Comunale di Iglesias, tenutosi ieri pomeriggio, è stata approvata la proposta di mozione sull’istituzione del baratto amministrativo, predisposta dai consiglieri Valentina Pistis, Giorgio Carta (Cas@ Iglesias) e Alberto Cacciarru (PDCI).

Per privati cittadini e le imprese le tasse sono diventate un incubo che toglie serenità sia alla vita quotidiana e allo svolgimento dell’attività imprenditoriale.
Le tasse vanno necessariamente pagate, ma nella situazione di gravissima crisi che stiamo attraversando diventa sempre più difficile.

Riteniamo che il Baratto Amministrativo, previsto dalla Legge n° 164 del 2014, art. 24 (misure di agevolazione della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio), sia un’ottima alternativa per quei cittadini che, trovandosi in particolari condizioni di disagio, risultino impossibilitati a pagare le tasse.
La possibilità per i cittadini di estinguere i propri debiti con l’amministrazione comunale svolgendo lavori di pubblica utilità, porterebbe anche innegabili vantaggi al Comune che, dal proprio canto si trova costretto a fare i conti con scarse risorse economiche e croniche carenze di personale, e che incontra difficoltà nel realizzare anche le ordinarie attività di pulizia e manutenzione.

Stiamo parlando di cittadini che, per la riduzione o esenzione dei tributi locali, si adoperano in interventi di pulizia, manutenzione, abbellimento di aree verdi, piazze, strade, decoro urbano, recupero e riuso di aree e beni immobili inutilizzabili.

Una soluzione, quindi, vantaggiosa per tutti che potrebbe consentire di risolvere numerose criticità a vantaggio della comunità locale e che rappresenterebbe anche un’opportunità per riscoprire un senso civico dimenticato e per migliorare la qualità della vita di tutti perché la nostra città sarebbe più pulita e curata.

Insomma, il baratto amministrativo concilia l’obbligo del pagamento di tributi con le disponibilità economiche del nucleo familiare, quale ulteriore strumento di politica sociale a favore dei nuclei disagiati.

Attivando questo istituto ed armonizzandolo con la rateizzazione delle imposte di fatto viene a crearsi un circuito virtuoso dignitoso e utile.
Uno strumento che dia la possibilità di sentirsi parte integrante del tessuto sociale piuttosto che continuare a foraggiare politiche assistenzialistiche che di fatto mortificano de donne e gli uomini in condizioni di svantaggio sociale.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità