NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
03
Sat, Dec
59 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Via Baden Powell nel dimenticatoio

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Che fine ha fatto il progetto di ristrutturazione e messa a norma delle abitazioni di proprietà di Area, in via Baden Powell a Sant’Antioco? Lo chiede il consigliere regionale di Sant'Antioco ignazio locci. < Non si capisce come mai, nonostante ci siano i fondi (circa 900 mila euro) e l’Azienda regionale di edilizia abitativa abbia regolarmente ottenuto la concessione edilizia dagli uffici tecnici comunali quasi quattro anni fa (estate 2012), i lavori non abbiano ancora preso avvio- si chiede locci- Quanto tempo ancora dovranno attendere gli abitanti delle palazzine (strutture in condizioni di evidente degrado) per ottenere il diritto di vivere in case dignitose>?
Le operazioni di riqualificazione di stabili esistenti deliberate da Area, ricorda il consigliere azzurro, riguardavano sia il palazzo condominiale di via Corsi, sia quello di via Baden Powell, poco distante. Ma se l’intervento di via Corsi è stato correttamente eseguito (il cantiere è chiuso da tempo), quello di via Baden Powell sembra essere sparito dai progetti di Area. <Forse la dirigenza dell’azienda regionale pensa che il progetto realizzato - continua Locci- possa bastare per far dimenticare agli abitanti di Sant’Antioco il lungo periodo di assenza?- conclude Locci- Il punto è che i noti problemi interni ad Area si stanno ripercuotendo sull’operatività dell’azienda. È ora di finirla con questa gestione pressapochista: Area si assuma le sue responsabilità e proceda con i lavori. Ci sono i fondi e le licenze edilizie. Non ci sono scusanti e, ovviamente, non possono pagare i cittadini. Visto il ritardo ormai inaccettabile, auspico un intervento diretto del sindaco Mario Corongiu affinché si sblocchi la situazione>.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità