NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
04
Sun, Dec
59 Nuovi articoli

Canne nel Sulcis: la politica del nulla finalizzata a distruggere

Politica Locale
Aspetto
Condividi

Il PSI è un partito storico, sempre accanto ai lavoratori, sempre presente nei problemi di carattere ambientale, sempre presente sulle tematiche dello sviluppo. Ieri, oggi e domani. Al contempo, è un partito che si è sempre distinto per la capacità di governare, di agire, di analizzare con laicità le situazioni e costruire soluzioni. La voglia di creare il deserto, nelle teste di certi politici d’importazione, è sempre in agguato e bene farebbe il Sulcis ad essere vigile ed attento su certe proposte che hanno il sapore dell’imbroglio, dello scarso amore verso il futuro e verso le giovani generazioni.

La società milanese Mossi & Ghisolfi, sponsorizzata da un certo tipo di politica e da politici che hanno già abbondantemente contribuito a regalarci il deserto economico, ha avanzato la proposta di investire 220 milioni di euro nel Sulcis per la produzione di bioetanolo. L’investimento produrrebbe a Portovesme, si dice, ben 300 posti di lavoro e richiederebbe la coltivazione da 5.000 a 17.000 ha di canna comune.

La Sardegna importa ogni anno circa 300 milioni di euro di prodotti agroalimentari con una bilancia commerciale fortemente negativa. Sono note le carenza produttive nei comparti della cerealicoltura, carni, specie bovine, olivicoltura, ortofrutticolo. È risaputo che varcano i confini dell’Isola, con cifre e volumi di un certo rilievo, pomodori, carciofi, vini pregiati, formaggi ed agnelli. Per il resto importiamo di tutto, compreso i maialetti che cuciniamo negli agriturismo, provenienti per il 97% dall’Olanda, e beffa nella beffa, importiamo anche gli spiedi per cucinarli.

E’ di estrema attualità Il tema della sicurezza alimentare, intesa come qualità e come continuità negli approvvigionamenti. Già oggi, nel mondo, circa 800 milioni di persone muoiono di fame e nel 2050 si stima che la Terra conterrà 9 miliardi di abitanti. Avremmo bisogno di canne o di prodotti alimentari possibilmente biologici?. E’ un bene o è un male consumare i terreni agricoli senza pensare alle necessità alimentari del futuro?.

In questo scenario perché pensare alla coltivazione di canna per la produzione di bioetanolo, pianta che ha un rilevante fabbisogno idrico, in concorrenza con il carciofo spinoso DOP, con il carignano del Sulcis, con il pecorino romano e con tante altre varietà pregiate che rappresentano il fiore all’occhiello delle nostre produzioni agricole?.

Sembra uno scenario già vissuto: distruggere l’esistente per desertificare le nostre campagne e far morire definitivamente l’agricoltura sull’altare degli interessi forti di certi politici e delle multinazionali. Le uve al piombo rappresentano l’esempio calzante che per molti anni ha mortificato il nostro carignano.

Il Partito Socialista Italiano, federazione del Sulcis Iglesiente, esprime profonda preoccupazione e forte contrarietà a che si utilizzino i terreni dei comuni che ancora oggi mantengono un’economia agricola e che consentono la permanenza di maestranze giovani nel nostro territorio.
Si incentivi il ritorno delle giovani generazioni alla coltivazione dei campi con progetti seri che consentano produzioni di eccellenza e tali da rendere onorevole il reddito di una categoria molto spesso abbandonata e derisa. Parte del nostro futuro è in agricoltura, non vi sono altre strade, IL CIBO E’ VITA!!!!!!

“Se sperimentazione debba essere fatta – dice Erminio Meloni Segretario provinciale del PSI - si faccia nelle zone particolarmente inquinate da metalli pesanti, a ridosso delle zone industriali, nei siti minerari da bonificare, nelle servitù militari e in quei terreni che non consentono una coltivazione di prodotti di eccellenza e poveri dal punto di vista agronomico. Il Partito Socialista conclude Meloni - sarà vigile, attento e pronto alla lotta per evitare questo scempio annunciato.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità