NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
07
Wed, Dec
66 Nuovi articoli

Cagliari. Il centro Democratico favorevole approfondimenti sull’iter della riforma sanitaria

Politica Regionale
Aspetto
Condividi

La richiesta di approfondimenti sull’iter della riforma sanitaria sollecitata da diverse componenti della maggioranza non può che trovare favorevole il Centro Democratico Sardegna.
Il tempo richiesto dovrà essere orientato ad un approfondimento politico, ma soprattutto di merito.
Per quanto riguarda il primo, esso riveste carattere di urgenza ed attendiamo le opportune iniziative che, in tempi brevi, il Presidente della Giunta regionale vorrà assumere.
Sul merito della riforma, il Centro Democratico Sardegna ha già esposto la sua proposta negli emendamenti sostanziali presentati dai propri consiglieri regionali Anna Maria Busia e Roberto Desini nella commissione competente.
Piena condivisione alla realizzazione dell’Azienda Sanitaria Unica Regionale (ASUR) che rappresenta l’unico modello innovativo capace di garantire razionalizzazione ed efficientamento della spesa sanitaria e, soprattutto, valida risposta ai bisogni di salute della popolazione sarda.
Tuttavia, pur condividendo l’obbiettivo, non appaiono convincenti il metodo ed il percorso seguiti fino ad oggi. Infatti, il risultato che si vuole ottenere, più che essere la conseguenza di una scelta ragionata e ponderata, appare il frutto di una scelta politica frettolosa.
Sarebbe stato preferibile confrontarsi su una riforma più complessiva del sistema sanitario regionale fino alla elaborazione del nuovo Piano Sanitario Regionale.
Nell’ambito dell’agenda dettata dalla Giunta regionale il Centro Democratico Sardegna ha presentato una proposta emendativa sintetizzabile nei seguenti punti:
1.       Individuazione immediata del manager che dovrà guidare l’ASUR con definizione di un crono-programma semestrale, condiviso con gli attuali commissari, che conduca all’effettivo avvio dell’ASUR il 01/01/2017 e contestuale soppressione delle attuali ASL.
2.       Istituzione di tre Aree Sanitarie Omogenee (ASO, Nord, Centro, Sud), che con successive proposte del direttore generale dell’ASUR, e conseguente delibera della Giunta regionale, verranno strutturate funzionalmente tenendo conto dei diversi bisogni di salute dei territori. Mantenimento dell’autonomia gestionale ed operativa delle isole minori.
3.       Definizione in legge della sede dell’ASUR, individuandola nell’attuale ASL di Oristano.
4.       Istituzione dell’Azienda Ospedaliera di Nuoro San Francesco-Zonchello per un’omogenizzazione dell’offerta ospedaliera regionale, determinando in tal modo un’adeguata qualificazione degli altri presidi ospedalieri e contesti territoriali del Centro Sardegna.
5.       Ulteriore semplificazione del riordino del sistema emergenza-urgenza mediante abrogazione della proposta istitutiva  di una nuova azienda sanitaria per l’emergenza-urgenza, a favore di una struttura inter-dipartimentale facente capo alla stessa ASUR.
6.       Riorganizzazione del sistema di medicina penitenziaria che renda omogenea l’assistenza sanitaria alle persone detenute nel territorio sardo, garantendo piena parità di trattamento degli individui detenuti ed internati.
Questi alcuni dei punti riguardanti il contributo di merito del Centro Democratico Sardegna, che si rende disponibile per una rapida approvazione della legge di riforma, auspicando un altrettanto rapido confronto sul percorso politico che questa maggioranza dovrà intraprendere da qui alla fine della legislatura.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità