NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
07
Wed, Dec
67 Nuovi articoli

Roma. Bullismo e cyberbullismo. La Camera approva il testo della proposta di legge, che ora torna al Senato

Politica Regionale
Aspetto
Condividi

La Camera ha appena votato la proposta di legge (che passa al Senato) per contrastare bullismo e cyberbullismo. Perché la rete, grande strumento di innovazione, può trasformarsi in una gogna tremenda.
"Dobbiamo difendere le vittime e punire i persecutori. E la proposta va in questa direzione- spiega il deputato del pd Francesco Sanna- Chi è vittima di cyberbullismo può chiedere di rimuovere o bloccare i dati personali diffusi in rete e se il gestore del sito non lo fa entro 24 ore interviene il Garante della privacy".
Nelle scuole, dove si registrano con più frequenza casi di bullismo, sarà individuato un insegnante come referente e al preside spetterà di informare subito le famiglie dei ragazzi coinvolti. Per atti persecutori come lo stalking online è stata rafforzata l’aggravante, con la reclusione da uno a sei anni.
La principale “arma” contro questi fenomeni resta l’educazione. Da recenti indagini emerge che non solo la scuola è l’ambiente più a rischio, ma che nelle famiglie c’è scarsa attenzione per questi fenomeni. "Si tende a minimizzare, mentre dovremmo evitare di lasciare soli i nostri ragazzi trasmettendo con insistenza i valori del rispetto della persona - conclude Sanna- e delle donne in particolare , dell’amicizia, delle relazioni umane. E poi, tutt’altro che secondario, c’è anche l’educazione ad un uso responsabile delle tecnologie per preparare adeguatamente gli adolescenti al mondo dei social e del virtuale".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità