NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
11
Sun, Dec
59 Nuovi articoli

Ballottaggi: M5s conquista Carbonia "la rossa", debacle Pd. Dem perdono anche Olbia e Sinnai, Monserrato vira al centro

Stampa Regionale
Aspetto
Condividi


Pd in profonda crisi in Sardegna perde Olbia, Sinnai e soprattutto Carbonia, dove il Movimento 5 stelle con Paola Massidda conquista un altro capoluogo e mette il suo primo sindaco donna nell'Isola. E dopo 20 anni il centrosinistra dice addio al governo di Monserrato.

Questo l'esito dei ballottaggi che hanno visto confermare anche in Sardegna il calo dell'affluenza: alle 23 aveva votato il 53,6 per cento degli aventi diritto. Nel Sulcis il Partito democratico viene sconfitto in maniera schiaccante pur correndo con il sindaco uscente Giuseppe Casti: Paola Massidda stravince con il 61,6% delle preferenze, mentre lo sfidante si ferma al 38,4%. Da sempre città "rossa" Carbonia passa di mano dopo che al primo turno la coalizione di centrosinistra era riuscita a staccare l'avversario: 36,15% per Casti contro il 21,95% della Massidda.

Il Pd perde anche Olbia, dopo un lungo testa a testa tra i due contendenti. Sindaco della citta gallurese è nuovamente Settimo Nizzi, ex parlamentare di di Forza Italia: con il 50,7% batte l'esponente del Pd Carlo Careddu, fermo al 49,3%.

Lo scenario tragico per i dem si ripete anche a Sinnai, in provincia di Cagliari: l'uscente del Pd Maria Barabara Pusceddu resta inchiodata al 48,8%, mentre lo sfidante Matteo Aledda, sostenuto da una coalizione di centrosinistra e identitaria (Sel-Cd, Rossomori e Pd'Az), raggiunge il 51,2%.

Infine a Monserrato, altra cittadina dell'area metropolitana di Cagliari come Sinnai, il centrosinistra esce sconfitto dopo un ventennio alla guida della città. Il nuovo sindaco è Tommaso Antonio Locci: con una coalizione riformista-socialista ottiene il 65,4% delle preferenze. Bloccato al 34,6% Antonio Vacca, sostenuto da Sel, Rossomori, Psd'Az e da una lista civica. Il Movimento 5 stelle, pur non vincendo, conquista un consigliere comunale a Olbia, Sinnai e Monserrato.

AFFLUENZA IN CALO - Affluenza in calo anche in Sardegna, rispetto al primo turno, alla chiusura delle urne alle 23 nei quattro Comuni chiamati a scegliere il sindaco al ballottaggio. Complessivamente nell'Isola si arriva al 53,60%, lo scorso 5 giugno si era toccato il 63,97%.

A Olbia ha votato il 54,60% degli elettori, contro il 66,70% di due settimane fa. A Carbonia l'affluenza è stata del 53,97%, al primo turno aveva raggiunto il 61,72%. A Sinnai ha votato il 58,04% degli elettori contro il 66,42% del primo turno. A Monserrato, infine, l'affluenza è stata del 46,71%, due settimane fa la percentuale era stata del 58,35.

ANSA

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità