NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
29
Sat, Apr
57 Nuovi articoli

Ballottaggi: M5s conquista Carbonia "la rossa", debacle Pd. Dem perdono anche Olbia e Sinnai, Monserrato vira al centro

Stampa Regionale
Aspetto
Condividi


Pd in profonda crisi in Sardegna perde Olbia, Sinnai e soprattutto Carbonia, dove il Movimento 5 stelle con Paola Massidda conquista un altro capoluogo e mette il suo primo sindaco donna nell'Isola. E dopo 20 anni il centrosinistra dice addio al governo di Monserrato.

Questo l'esito dei ballottaggi che hanno visto confermare anche in Sardegna il calo dell'affluenza: alle 23 aveva votato il 53,6 per cento degli aventi diritto. Nel Sulcis il Partito democratico viene sconfitto in maniera schiaccante pur correndo con il sindaco uscente Giuseppe Casti: Paola Massidda stravince con il 61,6% delle preferenze, mentre lo sfidante si ferma al 38,4%. Da sempre città "rossa" Carbonia passa di mano dopo che al primo turno la coalizione di centrosinistra era riuscita a staccare l'avversario: 36,15% per Casti contro il 21,95% della Massidda.

Il Pd perde anche Olbia, dopo un lungo testa a testa tra i due contendenti. Sindaco della citta gallurese è nuovamente Settimo Nizzi, ex parlamentare di di Forza Italia: con il 50,7% batte l'esponente del Pd Carlo Careddu, fermo al 49,3%.

Lo scenario tragico per i dem si ripete anche a Sinnai, in provincia di Cagliari: l'uscente del Pd Maria Barabara Pusceddu resta inchiodata al 48,8%, mentre lo sfidante Matteo Aledda, sostenuto da una coalizione di centrosinistra e identitaria (Sel-Cd, Rossomori e Pd'Az), raggiunge il 51,2%.

Infine a Monserrato, altra cittadina dell'area metropolitana di Cagliari come Sinnai, il centrosinistra esce sconfitto dopo un ventennio alla guida della città. Il nuovo sindaco è Tommaso Antonio Locci: con una coalizione riformista-socialista ottiene il 65,4% delle preferenze. Bloccato al 34,6% Antonio Vacca, sostenuto da Sel, Rossomori, Psd'Az e da una lista civica. Il Movimento 5 stelle, pur non vincendo, conquista un consigliere comunale a Olbia, Sinnai e Monserrato.

AFFLUENZA IN CALO - Affluenza in calo anche in Sardegna, rispetto al primo turno, alla chiusura delle urne alle 23 nei quattro Comuni chiamati a scegliere il sindaco al ballottaggio. Complessivamente nell'Isola si arriva al 53,60%, lo scorso 5 giugno si era toccato il 63,97%.

A Olbia ha votato il 54,60% degli elettori, contro il 66,70% di due settimane fa. A Carbonia l'affluenza è stata del 53,97%, al primo turno aveva raggiunto il 61,72%. A Sinnai ha votato il 58,04% degli elettori contro il 66,42% del primo turno. A Monserrato, infine, l'affluenza è stata del 46,71%, due settimane fa la percentuale era stata del 58,35.

ANSA

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna