NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
23
Sun, Apr
51 Nuovi articoli

Sardegna. Mont'e Prama: premiato archeologo Zucca

Stampa Regionale
Aspetto
Condividi

"Sulla questione di Mont'e Prama ci sono state discussioni e polemiche, ma la collaborazione tra ministero dei Beni culturali e Università ha dato frutti straordinari e in futuro non mancheranno nuove occasioni di collaborazione", lo ha assicurato la sottosegretaria ai Beni culturali, Francesca Barracciu, intervenuta a Oristano per la cerimonia organizzata da Confartigianato per la consegna della "Maschera delle maschere" all'archeologo dell'Università di Sassari Raimondo Zucca, premiato proprio per il suo importante contributo "alla rivelazione e alla comprensione del mistero dei Giganti di Mont'e Prama". A consegnare all'archeologo oristanese la edizione speciale della Maschera d'argento è stata proprio la sottosegretaria Barracciu che ha riconosciuto al professor Zucca "il respiro nazionale e anche internazionale della sua ricerca archeologica". Raimondo Zucca aveva ricevuto la Maschera d'argento già nel 1993 per i suoi studi sulle origini della Sartiglia, la tradizionale corsa equestre oristanese. Quella che gli è stata consegnata oggi è una edizione speciale del premio voluto 25 anni fa dalla Confartigianato oristanese per dare un riconoscimento pubblico a chi si fosse distinto nella valorizzazione, promozione e divulgazione della Sartiglia e della storia e della cultura dei sardi. Si tratta di una edizione speciale, destinata a restare unica, anche la maschera realizzata per l'occasione dall'artista Carmine Piras, che ha fuso nell'argento le sembianze del capocorsa della Sartiglia, su Cumponidori, e quelle dei Giganti di Mont'e Prama. (ANSA).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna