NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
04
Sun, Dec
55 Nuovi articoli

Piogge e nubifragi, allerta su Roma. Allagamenti a Isernia: auto in un torrente. Prima acqua alta a Venezia

Stampa Nazionale
Aspetto
Condividi

La perturbazione che ha raggiunto la Penisola nelle scorse ore, continuerà a colpire il paese anche nella giornata di domani con piogge e temporali anche molto forti. L’attenzione sulle possibili conseguenze del maltempo continua ad essere alta. In effetti c’è allerta su gran parte dell'Italia. La perturbazione che ha già raggiunto la Penisola nelle scorse ore, continuerà a colpire il nostro paese nella giornata di domani portando piogge e temporali anche molto forti.

La perturbazione che ha raggiunto la Penisola nelle scorse ore, continuerà a colpire il paese anche nella giornata di domani con piogge e temporali anche molto forti. L’attenzione sulle possibili conseguenze del maltempo continua ad essere alta. In effetti c’è allerta su gran parte dell'Italia. La perturbazione che ha già raggiunto la Penisola nelle scorse ore, continuerà a colpire il nostro paese nella giornata di domani portando piogge e temporali anche molto forti.Disagi a Isernia - Infiltrazioni d’acqua piovana si sono verificate nel vano interrato della clinica Neuromed di Pozzilli (Isernia) creando problemi alla funzionalità delle sale operatorie. Tutti gli interventi di oculistica, in programma per la mattinata, sono stati rinviati. La pioggia ha allagato anche l'archivio della Motorizzazione Civile di Isernia e i locali di molte attività commerciali della città. Un 'osservato speciale' è il fiume Volturno che ancora non ha raggiunto livelli di guardia, ma è costantemente tenuto sotto controllo. Diversa la situazione per il torrente Rava che attraversa Venafro (Isernia) ed è a rischio imminente di esondazione.Problemi alla viabilità - La Statale 85 è rimasta bloccata per circa un'ora a causa della violenza della pioggia e il ristagno di acqua sulle corsie. Un pullman di studenti pendolari, proveniente da Capracotta (Isernia), ha avuto difficoltà a uscire da un sottopassaggio di corso Risorgimento. Il problema è stato risolto dall'intervento dei vigili del fuoco e gli studenti hanno potuto raggiungere le scuole e seguire regolarmente le lezioni. Sempre a Isernia la violenza dell'acqua ha fatto scoppiare gran parte dei tombini della rete fognaria. Per tamponare l'emergenza è al lavoro la Protezione Civile.Acqua alta di stagione a Venezia - Le punta massima di marea ha raggiunto i 105 centimetri alle 12.05, causando l'allagamento di circa l'8% del suolo cittadino. In particolare, l'area di Piazza San Marco è stata coperta dall'acqua con alcune punte pari a 20 cm dal suolo. Per domani la massima è prevista alle 12.10 con 115 cm. La marea dovrebbe tornare nella normalità nel fine settimana.Incidenti - Paura a Macchia d’Isernia per uno scuolabus rimasto bloccato in un sottopassaggio allagato. All'interno sette bambini e l'autista. A portarli in salvo fuori dal veicolo sono stati, con i loro mezzi, i Vigili del Fuoco del Saf, il nucleo speleo alpino fluviale. Un'auto, con a bordo due persone, è finita in un torrente alle porte di Isernia. I due sono stati tratti in salvo dagli uomini della Polizia di Stato della città. Secondo quanto si apprende la richiesta di aiuto è arrivata dai malcapitati al 113, da qui l'immediato soccorso e il via alle operazioni per salvargli la vita.La situazione in Italia - La redazione web del sito www.iLMeteo.it comunica che si dovrà fare attenzione alle precipitazioni abbondanti e con possibili nubifragi sulla Toscana, soprattutto sul Grossetano e Livornese, su tutto il Lazio, compresa Roma, e sul Friuli Venezia Giulia. Attenzione perché in serata peggiorerà fortemente anche in Campania, segnatamente su Casertano e Napoletano con piogge abbondanti e nubifragi. Giovedì il maltempo raggiungerà anche la Sicilia, ancora la Campania e quindi la Calabria tirrenica, specie sul Cosentino e tanta pioggia e possibili nubifragi anche sul Piemonte. In arrivo anche la neve a quote basse. In Piemonte i fiocchi bianchi scenderanno dai 1300 metri del giorno, fin sopra i 900 metri in nottata, sul resto dell’arco alpino la quota si attesterà sopra i 1400/1500 metri.
Red. Tiscali.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità