NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
05
Mon, Dec
53 Nuovi articoli

Sant'Antioco. Luca Mereu: Le ragioni delle dimissioni da segretario cittadino Pd

Politica Locale
Aspetto
Condividi

E' trascorsa poco più di una settimana dalle improvvise e improcrastinabili dimissioni da tutte le cariche nel partito democratico del segretario cittadino di Sant'Antioco Luca Mereu. Dimissioni che hanno portato ad una marea di supposizioni e pseudo ragioni spesso derivate dai “si dice”, sembra e chi più ne ha più ne metta. A squarciare il velo delle supposizioni è lo stesso Luca Mereu, intervistato da Tito Siddi.
“Ho lasciato il Partito Democratico, decisione che stavo maturando da un po’ di tempo, per l’incapacità dello stesso di dare risposte ai cittadini. Risposte concrete, tangibili, capaci di migliorare la loro vita - confida Luca Mereu- soprattutto ora che si governa Stato e Regione. Si è persa la connessione sentimentale con l’elettorato del centro-sinistra e lo si è accettato senza colpo ferire. Come se fosse una cosa ineluttabile o un segno dei tempi che cambiano”.

A giocare sulla decisione è stata sicuramente anche l’incapacità del Pd di confrontarsi e dare risposte su temi reali oggi maggiormente sentiti più del passato che sta portando l’elettorato di centro-sinistra ad abbandonare il Partito Democratico. Ma anche i partiti di centro-sinistra minori per rifugiarsi nell’astensione o nel voto di protesta che alimenta il Movimento Cinque Stelle
“Non mi sto riferendo solo e principalmente al segretario premier Matteo Renzi, che continuo a seguire ma con interesse sempre minore, ma al livello più strettamente regionale e locale - prosegue Luca Mereu- con rappresentanti politici ai più vari livelli che sono incapaci di porsi in maniera dialettica e critica, anche forte, nei confronti delle scelte fatte a livello nazionale e regionale. In altri termini tutto ciò che viene da Roma e Cagliari viene accettato senza colpo ferire, presumo perché certe carriere politiche non vengano interrotte sul nascere”.

E su questo fronte l'ormai ex-segretario del circolo Pd di Sant'Antioco sciorina numerosi esempi concreti: dall’impasse eterno sull’Alcoa e su molte questioni relative al Polo Industriale di Portovesme alla mancanza di opposizione a parti del referendum che sono pericolose per l’autonomia della Sardegna, dalla blandizia con la quale si sta affrontando l’annoso problema della continuità territoriale delle Sardegna alla fretta interessata con la quale si è liquidata l’ASL Unica regionale. Tutte questioni, secondo Luca Mereu, che avranno un forte impatto sulla vita delle persone e dei territorio.
“Per quanto riguarda il mio impegno politico continuerà in altre forme: nell’associazionismo, nel volontariato, nelle prese di posizione forte sui social, da semplice cittadino che osserva la realtà che lo circonda - conclude Luca Mereu- perché in fondo ho sempre fatto così, anche quando non possedevo una tessera di partito. Perché per reagire a certe dinamiche che parrebbero inscalfibili non è necessario, ne sono convinto ora più che mai per averlo provato sulla mia pelle, avere una tessera di partito”.

Motivazioni che calano senza pietà nella realtà di Sant'Antioco dove le dimissioni di Luca Mereu dal circolo PD cittadino incrineranno sicuramente sicurezze e certezze forse per lungo tempo ritenute scontate sopratutto in previsione delle prossime elezioni comunali di Sant’Antioco che saranno storiche per tanti motivi e che, a naso, si preannunciano molto calde. (red)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscriviti!! E' Gratis

Iscriviti attraverso il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.
Pubblicità